Aretha Franklin – (You Make Me Feel Like) A Natural Woman

Fai sapere che ti piace!

C’è stato un periodo, tra il 1968 e il 1975, in cui il prestigioso premio Grammy veniva chiamato “The Aretha Award”, ossia “Il premio Aretha”, poiché Aretha Franklin lo vinse per 8 anni consecutivi, oltre ad altre 13 volte. Non è questa la sede per ripercorrere la lunga e prestigiosa carriera di “Lady Soul”, vera icona della musica soul e rhythm and blues, cantautrice, pianista e anche attrice – come non ricordarla in “Blues Brothers“? – che ha attraversato da protagonista 50 anni di storia della musica. Qui si parla di canzoni, e di canzoni belle e famose Aretha ne ha incise parecchie.

Il 1967, per Aretha Louise Franklin, è un anno importante, un anno di svolta. Dalla Columbia, che non le permetteva di esprimere tutto il suo potenziale di cantante di soul e di rhythm and blues, passa all’Atlantic dove, grazie alla collaborazione coi produttori Jerry Wexler e Arif Mardin, trova la sua strada diventando una figura di riferimento e motivo di orgoglio per le minoranze di colore americane. “(You Make Me Feel Like) A Natural Woman“, una perfetta e splendida canzone dalla profonda anima soul, in realtà è stata scritta da una coppia di bianchi, Carole King e il marito Gerry Goffin, che insieme hanno firmato tante canzoni di successo contribuendo a dare forma al suono del cosiddetto Brill Building, il famoso edificio sulla 49 strada di New York, dove furono scritti e registrati molti successi degli anni ’60. Goffin è un abile paroliere, con una scrittura molto emotiva, e la storia racconta che un giorno Jerry Wexler, che sta passando in auto, lo vede uscire da un edificio e gli grida dal finestrino «Perché non scrivi una canzone chiamata “Natural Woman” (“donna normale”)?». Goffin va a casa dalla moglie Carole e insieme capiscono che è un titolo stimolante e anche importante per una canzone, tanto che per ringraziare Wexler lo accreditano fra gli autori della canzone. Molti anni dopo Wexler ha dichiarato: «Non è incredibile quello che quei ragazzi mi hanno dato? Gli assegni continuano ad arrivare, e sono davvero contento. Non sono stato proprio come un terzo scrittore, ma ho dato il titolo e l’ispirazione per ciò che sarebbe diventata una grande canzone». Alla registrazione partecipano alcuni dei migliori musicisti della scena soul dell’epoca e anche due sorelle di Aretha, Erma e Carolyn. Il singolo raggiunge l’ottava posizione nella classifica Hot 100, e diventa ben presto uno standard della musica internazionale, e banco di prova per innumerevoli cantanti esordienti desiderose di mettere in mostra le proprie doti vocali, ma l’interpretazione di Lady Soul resta ineguagliabile e ineguagliata. L’autrice della canzone, Carole King, ne inciderà una versione più scarna e intimista che sarà inserita nel suo album “Tapestry” del 1971, documento “storico” della musica cantautorale statunitense, nonché uno dei dischi più venduti negli USA (10 milioni di copie) e nel resto del mondo (22 milioni di copie). Della canzone esistono tantissime cover, di grande successo quelle di Céline Dion e Mary J. Blige, ma ricordiamo anche le versioni di Whitney Houston, Bonnie Tyler, Adele, Giorgia e una versione al maschile di Rod Stewart, che cambiò il titolo in “(You Make Me Feel Like) A Natural Man“. Quando Aretha Franklin ha eseguito questa canzone in onore di Carole King al Kennedy Center Honors del 2015, ha fatto venire giù il teatro, sconvolgendo la stessa King e i presenti, tra cui Barack e Michelle Obama

Quando la mia anima era agli oggetti smarriti
tu sei arrivato a reclamarla
non sapevo cose fosse sbagliato in me
finché il tuo bacio mi ha aiutata a dargli un nome
ora non ho più dubbi su per cosa vivo
e se ti rendo felice non ho bisogno di altro
perché tu mi fai sentire
come una donna normale

Autori: Goffin / King / Wexler
Anno di pubblicazione: 1967

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*