Cyndi Lauper – Time after Time

Fai sapere che ti piace!

Nel 1984 la famosissima canzone “Girls just want to have fun” portò alla ribalta internazionale il particolare ed eccentrico stile dell’americana Cyndi Lauper, ma questa intensa ballata dimostrò a tutti che la Lauper non era solo una scatenata cantante pop ma anche una raffinata compositrice e interprete. Il titolo della canzone è tratto da un film del 1979, in Italia uscito col titolo “L’uomo venuto dall’impossibile“, diretto da Nicholas Meyer e interpretato da Malcom McDowell che parlava di viaggi nel tempo, prendendo spunto dal romanzo “La macchina del tempo” (1895) di Herbert George Wells. Racconta Rob Hyman, tastierista, cantante e co-autore della canzone: «Stavamo registrando l’album di debutto di Cyndi. Abbiamo scelto tutte le canzoni, e molto tranquillamente il produttore, Rick Chertoff, ci disse che l’album avrebbe dovuto avere “Un’altra canzone”. Avevamo già “Girls Just Want To Fun“, “She Bop” e “All Through The Night“… insomma avevamo già delle canzoni molto forti. Rick era noto nell’ambiente perché diceva sempre per ogni album che ci voleva “Una canzone in più”.  Avevamo già registrato la maggior parte dell’album e stavamo per mixare il disco quando suggerì questa fatidica “Un’ultima canzone”». Così Rob e Cyndi si fermano ogni sera in studio, i Record Plant di New York, al pianoforte per buttare giù delle idee. Una sera Cyndi sfogliando TV Guide nota il titolo di questo film di fantascienza, “Time After Time”. Qualcosa scatta nella sua mente e dice a Rob: “Sai, penso di avere il titolo”. Rob si siede al pianoforte e subito tra i due si crea un’alchimia che porta a definire l’atmosfera dolce-amara della canzone, tanto che le parole vengono quasi da sole. Racconta ancora Hyman: «Non abbiamo mai fatto una demo della canzone, ma l’abbiamo solo suonata al pianoforte per un paio di giorni, forse una settimana… è successo abbastanza velocemente, e dovevamo farlo perché l’album era praticamente pronto. Direi che in due o tre sessioni la canzone era praticamente finita. Siamo andati direttamente a registrare e quello che si ascolta è il nostro primo approccio, penso siamo riusciti così a catturare quella sensazione di spontaneità in cui è nata la canzone».
Questo fu il primo N° 1 in classifica per Cyndi Lauper.
Tra le moltissime cover – almeno duecento – ricordiamo almeno quella del grande jazzista Miles Davis, che si innamorò subito della canzone e non solo la incise in un suo album, ma la eseguì poi sempre regolarmente dal vivo in tutti i suoi concerti.

Autori: Lauper / Hyman
Anno di pubblicazione: 1984

2 Commenti

  1. Ben appunto… un capolavoro assoluto, di una bellezza struggente, nel medesimo album di un altro capolavoro, scanzonato e divertente… la pienezza dell’artista vera, autentica… Ora stupendo narratore ti tocca linkare l’appena benvenuta “Girls just want to have fun”… Grazie

1 Trackback / Pingback

  1. Cyndi Lauper – Girls just want to have fun

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*