Lucio Battisti – La canzone del sole

Fai sapere che ti piace!

La canzone del sole, pubblicato nel novembre del ’71, è stato il primo singolo della neonata etichetta indipendente Numero Uno, fondata dal cantautore assieme all’amico e collaboratore Mogol, e ha la particolarità di non essere stata estratta da nessun album dell’artista, uscita come singolo accopiata con l’altrettanto bella “Anche per te” (è stata poi inclusa in alcune compilation). È diventata quasi subito la canzone italiana più celebre degli anni ‘70 e la preferita da giovani e meno giovani per i momenti conviviali, per cantare in coro, accompagnati da una sola chitarra e due facili accordi da eseguire, pur costituendo uno dei vertici dell’arte musicale di Battisti e della maestria di paroliere di Mogol. Tre accordi di chitarra, La Maggiore, Mi Maggiore e Re Maggiore, tre accordi senza un ritornello: una struttura impensabile per l’epoca. Riguardo la genesi della canzone è stato lo stesso Mogol a raccontare recentemente che l’ispirazione per il testo del brano arrivò ripensando ad una vacanza estiva trascorsa da bambino a Silvi Marina, dove aveva conosciuto un’amica chiamata Titty: «Quando ero piccolo, venivo spesso con la mia famiglia a passare le vacanze estive sulla spiaggia di Silvi Marina. Il testo della Canzone del sole è nato proprio pensando a quei luoghi e alle emozioni vissute in riva al mare di Silvi. Io, d’altronde, non mi sono mai reputato un uomo dotato di molta fantasia: ho raccontato sempre e solo ciò che mi era successo nella vita».
Battisti la incise anche in inglese col titolo The sun song, inclusa nell’album Images del 1977 destinato al mercato anglosassone- che tuttavia non riscosse alcuna fortuna – e in spagnolo, La canción del sol, inclusa nell’album Emociones, sempre del 1977.

Autori: Mogol / Battisti
Anno di pubblicazione: 1971

1 Trackback / Pingback

  1. Lucio Battisti – I giardini di marzo

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*